Anteprima

=======================================
LUNEDÌ 22 SETTEMBRE
=======================================

21.00 | Castelnuovo Rangone
MUSA – Museo della Salumeria, via Zanasi 24

ROBERTO ALPEROLI presenta Il cielo di oggi (Incontri editrice, 2014)
ALBERTO BERTONI presenta Traversate (Società Editrice Fiorentina, 2014)
EMILIO RENTOCCHINI presenta Stanze di confine (Il Fiorino, 2014)
Interviene Roberto Galaverni, presenta Roberto Serio. Contrappunti musicali all’arpa di Davide Burani

i > Tre poeti e tre voci diverse unite da un dialogo ininterrotto sui libri e sulla vita presentano i loro ultimi lavori che ne sanciscono l’importanza nel panorama nazionale. Una serata per riscoprire che la poesia è anche un luogo in cui ritrovarsi.

==============================================================
MARTEDÌ 23 SETTEMBRE
==============================================================

Cantiere italiano. Volti e libri della nuova poesia
21.00 | Castelvetro di Modena
Sala di Rappresentanza, piazza Roma 5

GUIDO MATTIA GALLERANI presenta Falsa partenza (Ladolfi editore, 2014)
GUIDO MONTI presenta Fa freddo nella storia (Stampa 2009, 2014)
Dialogano con gli autori Alberto Bertoni e Andrea Gibellini

i > Un esordio importante e una solida conferma. Il primo piano di due voci importanti tra le più recenti generazioni poetiche. Il racconto di formazione alla vita e al pensiero di Guido Mattia Gallerani, e la realtà sublimata in un universo di simboli fotografata da Guido Monti.

==============================================================
MERCOLEDÌ 24 SETTEMBRE
==============================================================

Cantiere italiano. Volti e libri della nuova poesia
21.00 | Spilamberto
Rocca Rangoni

FILIPPO AMADEI presenta Oltre le ringhiere (Raffaelli editore, 2014)
MARIA BORIO presenta Il cielo in Nuovi argomenti n.66 (Mondadori, 2014)
ROBERTO CESCON presenta La direzione delle cose (Ladolfi editore, 2014)
Dialoga con gli autori Marco Bini

i > Tre poeti e un’istantanea sulle direzioni della nuova poesia italiana. L’entusiasmo per la vita e l’inquietudine di Filippo Amadei, la lirica adesione alle cose nella lingua cristallina di Maria Borio, la tensione sottopelle e lo sguardo pietoso e spietato nei versi dilatati di Roberto Cescon.

I commenti sono chiusi.