Ennio Fantastichini: una voce per i poeti greci del Novecento

Più di trent’anni di cinema e innumerevoli pellicole girate. Ennio Fantastichini è certamente uno dei volti più amati del grande schermo, e non solo dal pubblico. Molti registi si sono “innamorati” della sua recitazione, scegliendolo ripetutamente per i propri progetti. Due su tutti, Gianni Amelio e Ferzan Özpetek, che lo hanno voluto rispettivamente per film come I ragazzi di via PanispernaPorte aperte il primo, e Saturno contro e Mine vaganti il secondo. Nella sua carriera però c’è posto anche per collaborazioni importanti, ad esempio con Sergio Rubini e Paolo Virzì, e per film per la televisione di grande successo.

Proprio a Ennio Fantastichini sarà affidata la lettura dei poeti greci del Novecento scelti da Nicola Crocetti domenica 27 settembre alle 15.30 presso la biblioteca MABIC di Maranello. Uno degli appuntamenti centrali di Poesia Festival sarà dedicato alla Grecia e al suo Novecento poetico particolarmente fervido, in un ideale dialogo con l’appuntamento con l’ospite internazionale di Poesia Festival ’15, quello di sabato 26 settembre con il poeta tedesco Michael Krüger. Un modo per utilizzare parole diverse per affrontare i nodi complessi del nostro tempo.

Ennio Fantastichini darà voce a grandi voci della poesia greca come Ghiannis Ritsos, Kostas Mondis, Odisseas Elitis, Manolis Anaghnostakis e molti altri. Un appuntamento ad alta intensità di emozioni, accompagnato dalla voce di un grande attore che ha generosamente accettato la proposta di Poesia Festival di dare voce a una tradizione poetica, a una lingua, a un’importante cultura che sta nel cuore d’Europa.